Home Musica Eurovision: perchè la Kalush Orchestra ha meritato di vincere

Eurovision: perchè la Kalush Orchestra ha meritato di vincere

90
0
Kalush Orchestra

La polemica sulla Kalush Orchestra

Non hanno senso le polemiche di alcuni politici e critici circa la vittoria a detta di qualcuno “scontata” dell’Ucraina all’Eurovision, quasi come fosse un “regalo” o un segno di “pietas” per la guerra, un ingiusto primo posto verso una canzone che in realtà non meritava di vincere. Questo per fortuna lo dicono in pochi.

La premessa: l’Ucraina è il Paese che negli anni 2000 ha vinto più spesso l’Eurovision, già questo dovrebbe far capire a certi critici che l’Ucraina da anni sforna talenti musicali e non deve pregare nessuno.

Detto questo, solo la giuria popolare, ovvero i cittadini europei, potevano, oltre che ribaltare il voto della giuria “di qualità” (che stava per premiare l’ennesimo balletto spagnolo da spiaggia, un copia incolla venuto male di Jennifer Lopez, citando Malgioglio) dimostrare che la Musica ancora oggi viene vissuta innanzitutto come simbolo di pace, libertà e di armonia tra i popoli. La canzone dei Kalush Orchestra era melodicamente bella, dedicata ad una madre in guerra che idealmente salva suo figlio, un inno alla gioia e alla speranza, che mescola tradizione musicale e di danze (gli strumenti sono tipici dell’Ucraina) al rap, hip-pop, alla break dance e molto di più. Un melting-pot orgoglioso delle mescolanze di culture, anche tra est e ovest, che di sicuro lancia un bel messaggio non solo al popolo ucraino, ma anche a quello russo e a tutta l’Europa.

Il video musicale è stato girato tra le rovine di quel che resta di Bucha e Irpin anto per capirsi.. andatevelo a guardare, quanti video musicali avete visto “live” dalla guerra tra palazzi distrutti. E la frase finale detta idealmente alla madre? “Troverò la strada di casa anche se le case sono tutte distrutte”.. come si può dire che la canzone non meritava?

di Michael Surace