Home Cultura FALCONE E BORSELLINO POTEVANO ESSERE SALVATI

FALCONE E BORSELLINO POTEVANO ESSERE SALVATI

838
0

Di questo è convinto Francesco Macrì, spoletino esperto di sicurezza, che già anni fa in un articolo sul quotidiano on line Spoletocity, informò tutti sull’esistenza di sistemi che avrebbero impedito lo scoppio delle bombe che uccisero i magistrati in prima linea nella lotta contro la mafia.

Sulla storia e sulle competenze di Francesco Macrì, una giornalista ha voluto scrivere un libro che a giorni sarà disponibile.

Valentina Roselli è il nome dell’autrice, giornalista.

Quando il boss non telefona più” è il titolo del volume.

Macrì racconta attraverso la penna di Valentina, che esistono sistemi che rendono impossibili le comunicazioni radio.

Sistemi che se fossero stati istallati sulle auto dei magistrati, avrebbero impedito al segnale lanciato dagli attentatori, di raggiungere l’esplosivo per innescare l’esplosione.

Valentina Roselli, in una lunga intervista all’esperto spoletino, cerca di capire a fondo cosa è realmente successo e come sarebbe potuta andare se si fosse provveduto in tempo a mettere in sicurezza le auto come suggerisce Francesco Macrì.

In vendita in libreria.

Francesco Macrì
Valentina Roselli
L’autore dell’articolo: Moreno Carlini