Home Cultura ACCADEMIA SILVIO D’AMICO, DIO E’ MORTO SULLA STRADA MAESTRA

ACCADEMIA SILVIO D’AMICO, DIO E’ MORTO SULLA STRADA MAESTRA

244
0

Il vento urla e piove a dirotto. Sul tetto e sui vetri la pioggia batte come ceci.”
Nel giardino di Villa Redenta, nei pressi del tempietto, apre la sordida bettola di Tichon, mal frequentata da straccioni, disonesti, smargiassi, bigotti, ubriaconi, squattrinati, approfittatrici e pettegole…

“Non esiste il cattivo tempo ma soltanto vestiti sbagliati”

Intabarrati nei cappotti e nei pesanti abiti invernali, gli avventori si riparano dal freddo e dal temporale, bevono vodka e sfangano la vita.

Tra chi millanta viaggi e conoscenze di posti lontani, chi vive di furti ed espedienti e chi soffre le pene d’amore va in scena l’umanità di Cechov. 

In un angolo una misteriosa signora dispensa proverbi e comandamenti.
Tra racconti, bugie, battute e scazzottate “a porger l’altra guancia si diventa tutti rossi“.
D’altra parte si sa, “tre sono le D che rovinano l’uomo: il diavolo, il denaro e le donne.”
Ma “le strade delle signore sono infinite” e qualche volta portano dove è meglio non andare.
Rimane solo la vodka per strozzare giù nelle viscere pene e miserie.

Non c’è alcuna separazione tra attori e spettatori, sono tutti avventori della locanda, immersi nella storia. La regia usa ogni elemento circostante come scena e pretesto, persino le campane della chiesa di Santa Rita, distanti ma ben udibili, da elemento di disturbo diventano un momento coinvolgente del racconto.

ACCADEMIA NAZIONALE D’ARTE DRAMMATICA “SILVIO D’AMICO”

DIO È MORTO SULLA STRADA MAESTRA

CECHOV 
studi degli allievi del II anno del Corso di Regia/
premio di produzione per un regista diplomato
a cura di Giorgio Barberio Corsetti
studio da “Sulla strada maestra” di Anton Cechov
allievo regista Andrea Lucchetta
adattamento Giulia Bartolini
con Angelo Galdi
e gli allievi del II anno del Corso di Recitazione
Andrea Dante Benazzo, Anna Bisciari, Ciro Borrelli, Adele Cammarata, Anastasia Doaga, Marco Fanizzi, Vincenzo Grassi, Elena Orsini Baroni
scene Massimo Troncanetti
costumi Francesco Esposito
docente supervisore al suono Hubert Westkemper
assistente alla regia Fabio Condemi