Home Costume LA CASA DELLE SORELLE MACALUSO

LA CASA DELLE SORELLE MACALUSO

233
0
Non siamo noi che abitiamo le case, sono le case che abitano noi.
Ci sopravvivono. Ci guardano ridere, cambiare, amare, odiare, litigare, ammalarci, invecchiare ed infine morire.
Ci osservano indifferenti.
Conservano le nostre incrostazioni per anni, i nostri segni sul muro, i buchi sulle pareti, le macchie sul pavimento, le voci e i profumi nell’aria. E quando ce ne andiamo di noi non rimane più nulla, forse una scatola con pochi oggetti, qualche fotografia, qualche libro che andranno poi dispersi. Non resta nulla se non lei, la casa. Spettatrice silente, immobile, imperturbabile. Eppure così cara.
La vera protagonista del nuovo film di Emma Dante non è la famiglia Macaluso composta dalle quattro turbolente sorelle. Ma la casa che è poi la casa di ognuno di noi.
È una casa che osserva la vita passare, che scruta ogni stagione della nostra esistenza. Che ne sopporta gli umori come una dea madre paziente guarda i figli crescere e sbagliare. E fare i primi incerti passi, correre, rallentare, sussultare e poi fermarsi, per sempre.
Non siamo noi ad avere le chiavi di casa. Sono le case ad avere le chiavi dei nostri segreti, dei nostri pensieri. Conoscono ogni nostro gesto, ogni nostra lacrima, ogni nostro sorriso.
Fino alla fine. E quando non ci saremo più, loro rimangono lì, per una nuova vita, nuovi segreti, nuove lacrime, nuovi sorrisi. Altre macchie, altri buchi. Che poi sono gli stessi di prima.