Home Cultura TEUDE A LUCCA COMICS & GAMES CON NEUROCOMICS

TEUDE A LUCCA COMICS & GAMES CON NEUROCOMICS

123
0

Nell’ambito della 53esima edizione di “Lucca Comics & Games” si è tenuto il Neurocomics, tavola rotonda sulle neuroscienze e i meccanismi creativi degli artisti, organizzata da Luca Raffaelli e dall’Associazione Teude con la partecipazione di Raffaella Torlini, dell’architetto Moreno Orazi, del professor Camillo Loriedo e di Numero Cromatico.

L’iniziativa è culminata, in un secondo momento, nell’esperimento di induzione in ipnosi del fumettista Lorenzo Ceccotti, durante il quale un folto pubblico, in religioso silenzio e col fiato sospeso, ha potuto assistere alla realizzazione di alcuni disegni.


L’esperimento affonda le sue radici proprio a Spoleto, grazie al convegno “I neuroni di Jac & Co”, svoltosi nel 2017 al chiostro san Nicolò, quando per la prima volta ci si interrogava sul rapporto tra neuroscienze e fumetto. Fu un appuntamento nel quale professori universitari, massmediologi, sceneggiatori e giornalisti discussero e indagarono sui misteri della mente degli artisti partendo dal racconto di alcune esperienze di quest’ultimi.
Il racconto dei gemelli Raul e Gianluca Cestaro, il metodo della pagina pari e dispari, la testimonianza di Silvia Jacovitti, la figlia del grande Benito Jacovitti, Jac appunto, il quale non faceva uso di nessuna sceneggiatura e nessuna traccia a matita, ma con il pennino partendo da un lato del foglio, creava i suoi personaggi, i dialoghi e le mirabolanti situazioni. E poi il genio di Andrea Pazienza, l’audio di Sergio Staino e molto altro ancora.


Il Neurocomics di Lucca ha voluto sancire l’importante lavoro fatto durante il convegno di Spoleto e proiettare il tema delle neuroscienze e fumetto all’interno di una delle manifestazione più importanti e riconosciute nel panorama mondiale. E’ infatti volontà del Lucca Comics & Games continuare a inserire questo tema nel programma dell’evento, così come è volontà dell’Associazione Teude e di Luca Raffaelli continuare a sviluppare e creare nuove strade per indagare la mente e i meccanismi creativi che la governano.