Home Cultura TEUDE PRESENTA IL VADEMECUM SULLA LEGGE SUL CINEMA E AUDIOVISIVO

TEUDE PRESENTA IL VADEMECUM SULLA LEGGE SUL CINEMA E AUDIOVISIVO

59
0

L’incontro alla Casa del Cinema di Roma ha preso il via con il saluto di TEUDE al pubblico romano. Moreno Orazi, in veste di portavoce dell’associazione spoletina che si occupa di fumetti e cinema d’animazione, ha raccontato la nascita di TEUDE e il percorso fin qui svolto: dal convegno “I neuroni di Jac!”, al festival del cinema d’animazione “Spoleto in Corto”, passando per la rassegna di Isao Takahata durante il Festival dei Due Mondi. Tra le tante attività svolte nei due anni di vita dell’associazione c’è la produzione del vademecum sulle legge sul cinema e audiovisivi presentato in anteprima a Spoleto a dicembre e ieri a Roma. 
L’incontro, decisamente vivace, ha visto Federica D’Urso, autrice del documento, letteralmente bersagliata da domande e proposte da parte di una platea molto preparata di operatori del settore audiovisivo.
Produttori, autori, sceneggiatori, registi, documentaristi, filmaker del cinema indipendente ma anche operatori della ANICA hanno scaldato il dibattito in sala, moderato dal giornalista Luca Raffaelli, direttore tra l’altro, di Segno Spoleto.
La materia decisamente tecnica non ha scoraggiato il pubblico che anzi ha apportato ricche ed interessanti riflessioni sulle modalità di reperimento delle risorse, le difficoltà a competere con i giganti come Amazon e Netflix, i diritti d’autore, la sopravvivenza/risorsa delle piccole sale cinematografiche, fino alle nuove sfide che il futuro prossimo riserverà a questo settore. 

Gli auditori in sala si sono interrogati sulla necessità di interloquire con i legislatori, in un dialogo costante su una materia complessa e in continua evoluzione e sulla esigenza di avere uno sguardo rivolto al futuro per provare ad immaginarlo e affrontarlo adeguatamente attrezzati.
Il vademecum è stato prodotto dalla associazione Teude in collaborazione con l’associazione “I 100 autori” ed è possibile riceverlo gratuitamente in pdf inviando una mail di richiesta all’indirizzo coordinamento@100autori.it