Home Cultura SPOLETO INCONTRA IL GIAPPONE

SPOLETO INCONTRA IL GIAPPONE

462
0

Si inaugura oggi 10 agosto alle ore 18, presso i locali dell’ex Monte di Pietà in via Saffi a Spoleto, una mostra fotografica dal titolo: Spoleto incontra Yamaguchi, inserita nelle manifestazioni estive di Spoleto. Sarà visitabile fino al 18 agosto compreso.

A cura di Iko Studio, coordinato da Massimo Biondini, e YOVe’ST Yamaguchi, la mostra è stata resa possibile grazie all’impegno costante di Roberto Pibiri artista spoletino trasferito in Giappone e a sua moglie Tae Kokawa che funziona da fondamentale cardine fra la cultura spoletina e quella della città giapponese.

Non è la prima esperienza di contatto fra queste due culture apparentemente molto lontane. L’esperienza di quest’anno segue altre mostre che artisti spoletini hanno tenuto in terra di Giappone.

A questa proposta seguirà anche questa volta, una spedizione di fotografi spoletini che porterà a Yamaguchi, le immagini del nostro territorio.

Anche questa è una formidabile occasione di promozione turistica apprezzata dai due paesi.

Questo il senso del saluto che si sono scambiati i sindaci delle due città.

All’inaugurazione saranno presenti i fotografi giapponesi che hanno avuto l’occasione in questi giorni di visitare l’Umbria.

Il saluto del Sindaco di Yamaguchi:

Sono molto lieto che si inauguri la terza edizione della mostra fotografica “Paesi 2019”, che si realizza splendidamente nella nostra città di Yamaguchi e, da quest’anno, anche nella città di Spoleto.

Vorrei anche testimoniare il mio profondo rispetto per l’opera della Associazione Culturale YOVe’ST Yamaguchi, che dopo la sua fondazione nell’anno 2017, si è sempre impegnata e distinta per la realizzazione di proficui scambi culturali e di conoscenza, contribuendo alla reciproca intesa e alla creazione di amicizia nei rapporti internazionali tra il Giappone e l’Italia.

Si può dire che la relazione tra questi due popoli abbia avuto inizio nel 1866 quando fu stipulato il primo trattato di amicizia e commercio.

Nell’anno 2016 abbiamo festeggiato i 150 anni dalla stipula di questo trattato e possiamo dire che da allora la nostra amicizia si sia sviluppata sempre di più.

Anche questa manifestazione ne è una testimonianza, e per questo ringraziamo sentitamente sia il sig. Sindaco del Comune di Spoleto dottor Umberto da Augustinis, sia l’assessore alla cultura, la signora Ada Urbani, oltre a tutti coloro che con il loro sforzo hanno contribuito alla realizzazione dell’evento.

Ho sentito che la città di Spoleto rappresenta un esempio di armonia tra storia e paesaggio e che questa armonia si riscontra in molti altri centri umbri.

Anche la città di Yamaguchi, circondata da verdi montagne e sviluppatasi storicamente come

Ducato di Ouchi nel 1500, durante l’epoca muromachi, fu soprannominata “Saikyo” che era la antica capitale ad ovest di Kyoto, può essere paragonata sia paesaggisticamente che storicamente alla città di Spoleto.

Il mio augurio è che la mostra “Paesi 2019” attraverso le opere dei fotografi partecipanti, sia in grado di esprimere la passione di queste due città.

Per concludere, spero che questa mostra contribuisca ulteriormente allo scambio di amicizia tra i nostri due paesi e auguro salute e progresso sia alla città di Spoleto, sia alla associazione YOVe’ST Yamaguchi.

Sumitada Watanabe

Sindaco della città di Yamaguchi

Il saluto del Sindaco di Spoleto

Spoleto è città di insigne stratificazione storica, alla cui identità ha contribuito una ricchezza ambientale e artistica di raro valore. La sua vocazione ha favorito gli scambi internazionali e lʼapproccio multiculturale. Anche la sua storia recente è una sintesi preziosa di occasioni di spettacolo frutto della collaborazione tra personalità

provenienti da tutto il mondo.

Abbiamo quindi accolto con favore ‒ inserendola allʼinterno del programma delle manifestazioni estive organizzate dal Comune di Spoleto – la proposta delle associazioni IKOstudio e Associazione Culturale italo – giapponese YOVe’ST Yamaguchi di voler organizzare nella nostra città una mostra con lʼidea di far dialogare gli scatti di fotografi spoletini con quelli di artisti provenienti da Yamaguchi, città giapponese che ha già ospitato negli anni recenti esposizioni con opere di artisti del nostro territorio.

Al sindaco e alla città di Yamaguchi va il ringraziamento per aver gettato le basi di questa collaborazione, agli organizzatori il plauso per aver saputo concretizzare questa sinergia e a tutti gli artisti coinvolti lʼaugurio di un evento degno di interesse e partecipazione.

Umberto de Augustinis

Sindaco della città di Spoleto

L’autore dell’articolo: Moreno Carlini